Dietologia

La nutrizione è benessere

La nostra professione si preoccupa d’inglobare tre aspetti di una persona: la mente, il corpo e la salute. Da tempo si conoscono gli effetti negativi dell’obesità e del sovrappeso sulla salute ma, ciò nonostante se ci si rivolge al nutrizionista è prevalentemente per soddisfare le altre due componenti quali mente e corpo . Vedersi in un bel corpo, ci fa sentire più felici, più sicuri, sembra farci affrontare le situazioni in maniera più stimolante a partire già dalle cose più semplici , come comprarsi un vestito o uscire la sera ma, il traguardo ci sembra irraggiungibile e sacrificante.
Sicuramente l’idea di vedersi in un bel corpo è innesco fondamentale per iniziare e intraprendere un percorso alimentare ma, non meno importante sono le conseguenze che l’obesità o il sovrappeso hanno sulla nostra salute. Dobbiamo immaginare che il grasso in eccesso nel nostro corpo, sia paragonabile a una punta di un iceberg dove è visibile solo ciò che si trova superficialmente ma tutto quello che nasconde sotto non lo sappiamo e che è la parte più pericolosa di esso. Ciò per dire che l’eccesso di massa grassa cova in silenzio contro il nostro organismo.
Dalla nostra esperienza possiamo infatti evincere che malattie come diabete di tipo II possono essere assolutamente controllate e mantenute entro i limiti della norma, già solo esclusivamente attraverso un alimentazione corretta. In alcuni casi infatti la sola alimentazione è riuscita a diminuire o addirittura eliminare farmaci antidiabetici. Anche l ‘aumento della pressione arteriosa è strettamente correlato ad un aumento del peso corporeo, e per tale motivo risolvibile con una dieta adeguata .Basta pensare infatti che quando non sono sovraccaricati, i nostri organi, lavorano meglio. Reflusso gastroesofageo, trigliceridemia , tutte patologie che sono all’ ordine del giorno e che dipendono in buona parte da ciò che mangiamo.
Del resto se siamo in sovrappeso o in obesità, a qualunque specialista ci rivolgiamo, come il cardiologo, l’ortopedico, il nefrologo, ci propongono subito di dimagrire , per migliorare l ‘efficienza dei vari organi. Anche ai bambini , i quali spesso sono disabituati a nutrirsi correttamente va rivolta l’attenzione. Capita di frequente che figli di genitori in sovrappeso siano essi stessi in sovrappeso. La cosa più avvilente è che i genitori sanno benissimo cosa vuol dire combattere tutta la vita contro il peso, eppure destinano i loro figli ad avere la stessa sorte. I bambini infatti non hanno buon senso , non sanno quali sono le conseguenze psicologiche e fisiche dell’ eccesso ponderale ma, ubbidiscono solo ai propri istinti come quello della fame o del gusto verso cose non salutari. Per tale motivo i genitori dovrebbero indirizzare i loro figli verso la maniera giusta di nutrirsi. È fondamentale combattere l’obesità sin dall’età evolutiva, perché è l’adolescenza il periodo critico in cui si stabilisce “il potenziale di obesità di un individuo”.
Il caso peggiore è quando dopo ripetuti tentativi di fare una dieta si perdono tutti i sacrifici fatti , riprendendo nuovamente i chili o nel caso ancora peggiore ci si arrende affidandoci a pillole o preparati “dimagranti”. Quello che invece proponiamo è di sviluppare la dieta come stile di vita corretto, che dovrebbero seguire tutti, indipendentemente da ciò che dice la bilancia. Per tale motivo, bisogna che la nostra figura professionale crei con il paziente un contatto umano,libero e di reciproca fiducia oltre a quello tecnico professionale,per intraprendere insieme il viaggio verso il traguardo.
Dal punto di vista tecnico la nostra professione al momento della visita si avvarrà di un incontro dedito alla conoscenza del paziente fino in fondo, attraverso la misurazione di peso, altezza , circonferenze corporee, e soprattutto anche attraverso la misurazione del metabolismo basale e della ritenzione idrica. Il metabolismo basale ci offre la possibilità di sapere quanto consuma il nostro organismo in condizione di riposo.
Attraverso un macchinario specifico misuriamo anche la percentuale di massa grassa e di massa magra ( muscolare ) per stilare una dieta ancora più mirata e dettagliata. La dieta è in tutti i casi, estremamente personalizzate, per accontentare le esigenze del paziente (lavorative, nutrizionali e di altro tipo) con particolare attenzione al suo quadro clinico generale.
Gli schemi alimentari, non saranno restrittivi o con l’ossessione di dover pesare tutti gli alimenti grammo per grammo. Si atterranno alle reali abitudini alimentari della persona, con i nostri importanti accorgimenti, per ottenere e soprattutto mantenere il desiderato e tanto sperato, “peso ideale”.