Per quanto riguarda il trattamento dell’aria, esso è stato concepito come una serie di impianti separati a servizio dei vari reparti; ogni singolo impianto è stato realizzato in funzione dei vari trattamenti, delle diverse portate destinati ai singoli ambienti, dei diversi tempi di funzionamento, dei diversi gradi di filtrazione.

La Centrale termica è costituita da due generatori di calore a combustione pressurizzata ad alto rendimento, per la produzione del fluido termovettore caldo.

La Centrale Frigorifera per la produzione di acqua refrigerata è stata prevista all’aperto ed è costituita da un gruppo frigo ad acqua con condensazione ad aria della potenza di 225 kW. Per gli impianti del tipo a tutta aria esterna, l’aria, prima di essere immessa negli ambienti da condizionare, viene trattata mediante apposite Unità di Trattamento dell’Aria ad esse dedicate (U.T.A.).

La distribuzione dell’aria è stata particolarmente curata, al fine di garantire una sua efficiente distribuzione ai valori di velocità richiesti dalle norme per non creare correnti fastidiose per gli addetti. L’aria trattata termoigrometricamente e inviata in ambiente tramite canali in lamiera di acciaio zincato rivestiti esternamente con materiale termoforoassorbente.

I canali hanno pareti interne perfettamente lisce e la perfetta coibentazione impedisce il formarsi di trasudamenti dannosi, poiché ogni forma di umidità favorisce l’insediamento di batteri.
La diffusione dell’aria nei vari locali è stata realizzata mediante diffusori a lancio tangenziale o bocchette di lancio rettangolari.

Per gli ambienti destinati ad ambulatori l’impianto di climatizzazione estate/inverno realizzato è del tipo con apparecchi ventilconvettori. I ventilconvettori sono stati dimensionati per funzionare alla media velocità di rotazione del ventilatore.

La regolazione dei ventilconvettori è autonoma per ogni locale. Ogni locale infatti è corredato di termostato ambiente. Per le degenze è stato realizzato un impianto di climatizzazione estate/inverno con apparecchi ventilconvettori e aria primaria.