Medicina estetica

La medicina estetica è una nuova branca medica, a carattere internistico, che si occupa di migliorare la qualità della vita di chi vive a disagio per un inestetismo non accettato. Realizza fondamentalmente un programma di prevenzione dell’invecchiamento generale e di quello cutaneo in particolare e si occupa poi della correzione degli inestetismi del viso e del corpo. RADIOFREQUENZA Con le radiofrequenze si effettua un ringiovanimento cutaneo in maniera naturale, piacevole ed innocua, sia per le donne che per gli uomini. Si tratta di una tecnica non invasiva, in quanto non c’è ablazione della pelle, nè somministrazione di farmaci e di sostanze chimiche. Sono indicate nella fascia di età tra i 30 ed i 65 anni, per l’ottima tollerabilità ed i risultati privi di rischi e dieffetti collaterali. Consentono di ottenere un lifting non chirurgico con un azione di rimodellamento del collagene, agendo in profondità sulla pelle, stimolando i fibroblasti a produrre nuovo collagene, che sostituisce quello invecchiato, appianando le rughe e determinando una maggiore tonicità e luminosità del viso. Una volta stimolate, le nostre cellule si mantengono attive nella produzione di collagene giovane, per cui gli effetti benefici durano circa un anno, ma è possibile mantenerli per molto più a lungo con delle semplici sedute di mantenimento. Con le Radiofrequenze é possibile intervenire sugli inestetismi di contorno occhi, viso e collo e mani, determinando un vero e proprio ringiovanimento cutaneo innocuo e naturale. Cos’è la radiofrequenza e cosa si ottiene Con la nuova tecnologia a radiofrequenza si ottiene un lifting non chirurgico, trattando la lassità dei tessuti con un’azione di rimodellamento del collagene. In pratica, grazie alla proprietà delle onde elettromagnetiche ad alta frequenza che producono calore attraversando la nostra pelle, si stimola l’attività dei fibroblasti presenti nel nostro organismo a produrre il collagene, che è la sostanza che con il passare dell’età viene prodotta in minor misura, ed è responsabile della formazione delle rughe, della perdita di tono della pelle e dell’invecchiamento cutaneo. Pertanto il trattamento con radiofrequenza è un’ottima procedura non chirurgica, in quanto agisce sulle fibre del collagene determinandone una contrattura immediata a livello del derma profondo, fino alla fascia muscolare, con l’effetto di un piacevole rassodamento ed una maggiore tonicità della pelle della zona perioculare, del viso e del collo, appianando pliche e rughe. Le piccole rughe vengono eliminate, mentre le pieghe e le rughe profonde si attenuano notevolmente; la pelle appare più compatta e consistente, eliminando tutti gli in estetismi cutanei legati al rilassamento cutaneo. A chi è consigliata la radiofrequenza E’ indicata nei casi di lassità cutanea, in quanto la riduce, determinando un effetto di stiramento simile ad un lifting, in un’età compresa tra i 30 ed i 65 anni. In particolare è indicata per trattare i seguenti difetti: rughe del viso, zampe di gallina, guance rilassate, collo rugoso, pelle flaccida, contorni del viso poco definiti, pieghe nasolabiali evidenti, collo rilassato (collo di tacchino), ptosi cutanea, esiti di acne, mani rugose. Eventuali effetti collaterali e controindicazioni La radiofrequenza non presenta alcun tipo di controindicazione, se non per le donne in gravidanza e per i portatori di pacemaker. E’ priva di effetti collaterali e non è dolorosa. L’unica sensazione che si avverte è un calore non fastidioso localizzato alla zona di trattamento ed un rossore della cute più o meno lieve, che scompare dopo qualche ora. Immediatamente dopo il trattamento si possono riprendere tutte le normali attività, senza nessun tipo di problema. Negli Stati Uniti viene definita “lunch therapy”, ovvero trattamento della pausa pranzo. A differenza di altre trattamenti estetici, la radiofrequenza può essere praticata in ogni stagione dell’anno, in quanto è possibile esporsi alla luce solare senza problemi. Durata del trattamento ed effetti nel tempo La durata di una singola seduta non supera complessivamente i 20-30 minuti. L’intero trattamento, a seconda dei casi, richiede un ciclo di 7-10 sedute, compresa qualche seduta di mantenimento da effettuarsi a distanza, in base all’orientamento stabilito dal medico. Questo trattamento rientra nei processi di rigenerazione naturale del nostro organismo, in quanto l’aumentata produzione di collagene si verifica grazie solo ed esclusivamente ad una risposta del nostro organismo. A differenza di altre tecniche, non vengono somministrate sostanze estranee, di natura chimica, farmaci, ecc. Può funzionare insieme ad altri trattamenti, poiché la somministrazione di sostanze idratanti e di creme antiaging aumenta di efficacia se contemporaneamente viene praticata la radiofrequenza. I primi risultati sono visibili già dopo il primo trattamento, in quanto la pelle appare più turgida e tonica; il massimo del risultato si apprezza intorno ai 5-6 mesi, in quanto coincide con il momento di massima produzione del collagene. Essendo una risposta naturale del nostro organismo, necessita nel tempo che si effettui a fine ciclo qualche seduta di richiamo. Per effettuare il trattamento, è sufficiente che il paziente arrivi nello studio struccato e, prima del trattamento, si liberi di oggetti metallici quali orecchini, collane, bracciali, anelli, ecc. Il medico effettuerà la giusta valutazione delle aspettative del paziente, un’accurata analisi della zona perioculare e della pelle e, come ogni trattamento medico chirurgico, è necessario un consenso informato specifico. Trattandosi di un trattamento medico non aggressivo, i risultati ottenuti sono simili ad un lifting chirurgico tradizionale, ma non sovrapponibili. Sulla zona da trattare viene applicato un gel che ha la funzione di far scivolare meglio il manipolo dello strumento, di raffreddare la cute e di trasmettere in maniera ottimale l’onda elettromagnetica. Alla fine del trattamento si utilizzano creme idratanti o prodotti similari. I risultati sono positivi nell’80% dei casi, mentre in un 20% dei casi i miglioramenti possono essere meno evidenti; in tutti i casi è totalmente innocuo, cioè privo di effetti collaterali. E’ interessante notare che la parte dei soggetti che non manifesta un miglioramento evidente, lo ottiene in realtà nella qualità della pelle o nella riduzione della lassità cutanea, con aumentata luminosità accompagnata a maggiore turgore e compattezza. In sintesi, oggi con le radiofrequenze è possibile ottenere un ringiovanimento cutaneo naturale della zona perioculare, del viso e del collo. I risultati sono entusiasmanti, se si considera la totale assenza di rischi ed i principi naturali su cui si basa la metodica innovativa. Ovviamente sono disponibili vari tipi di apparecchi basati sullo stesso principio. La differenza è nella potenza e nella possibilità di effettuare varie regolazioni, con lo scopo di personalizzare quanto più possibile il trattamento, in base al tipo di pelle, all’età ed al sesso. Questa categoria di apparecchi radiofrequenza “monofasica” sono dei presidi medico chirurgici che possono essere utilizzati soltanto da medici specializzati. . Riuscire a migliorare l’aspetto estetico, in modo naturale ed innocuo, può avere gli stessi effetti benefici di una terapia, migliorando il tono dell’umore, il benessere generale, le difese immunitarie. Può migliorare la vita di relazione, contribuendo a diventare più propositivi nel seguire uno stile di vita salutare (attività fisica, dieta, ecc.). In conclusione, non resta che provare, con un sano realismo, a diventare più giovani e belli. OSSIGENOTERAPIA L’ingegneria biomedica ha dimostrato che l’ossigeno favorisce la microcircolazione ed il metabolismo cutaneo. Invecchiamento, stress, inquinamento, malattie, sono tutti fattori che colpiscono i microcapillari, avviando un processo di degradazione del collageno e dell’elastina. Ossigenare la pelle vuol dire renderla più sana, tonica, luminosa e morbida. L’ossigenoterapia si basa sull’applicazione di ossigeno puro nella pelle, che rallenta l’invecchiamento, migliora l’elasticità e stimola la rigenerazione del collagene, contrastando il rilassamento cutaneo. Con l’ossigenoterapia si introducono principi attivi nell’epidermide, attraverso l’ossigeno pressurizzato, ottenendo aumento dell’ossigenazione cellulare, accelerazione metabolica e rafforzamento delle difese della pelle. Molti inestetismi del corpo e del viso traggono enorme beneficio dall’ossigenazione della pelle: l’acne in tutte le sue forme, iperpigmentazioni, ipotonie, cellulite, smagliature e tutti i segni d’invecchiamento cutaneo, in particolare la delicata zona del contorno occhi. La sua assenza totale di effetti collaterali rende il trattamento privo di controindicazioni e praticabile in ogni zona del corpo, adatto a qualsiasi età. Meccanismo d’azione dell’ossigenoterapia Le potenzialità dell’ossigeno sono note da tempo nella chirurgia plastica, per il trattamento di bruciature e lesioni cutanee. L’ossigeno aumenta la circolazione sanguigna, migliorando il metabolismo cellulare e accelerando i processi di guarigione, riduce le irritazioni, ha effetto antinfiammatorio e antibatterico. Per poter sfruttare questi benefici anche nel campo del ringiovanimento cutaneo, esistono oggi moderne apparecchiature elettromedicali, che permettono di veicolare l’ossigeno puro, con eventuale aggiunta di principi attivi, nel tessuto epidermico, per contrastare il l’invecchiamento e la perdita di elasticità. La propulsione d’ossigeno rappresenta una validissima alternativa a metodologie più invasive per il ringiovanimento cutaneo. Pertanto l’ingegneria biomedica risponde all’esigenza, oggi sempre più sentita, di creare soluzioni evolute, con un’apparecchiatura riservata all’uso medico, che permette di effettuare un trattamento completo del viso, riduce i segni dell’età e stimola il metabolismo cellulare. L’emissione di ossigeno rivitalizza le cellule responsabili della produzione di elastina e collagene, regalando un viso riposato, rassodato, fresco e luminoso. L’erogatore permette di veicolare in profondità principi attivi attraverso l’ossigeno, che potranno essere scelti dal medico per potenziare gli effetti del trattamento secondo le esigenze del paziente. L’ossigeno ad elevato grado di purezza aumenta l’irrorazione sanguigna, migliora il metabolismo cellulare e stimola la produzione di collagene da parte dei fibroblasti, accelerando i processi riparativi della pelle. La respirazione cellulare e la circolazione periferica sono ripristinate, la pelle riacquista l’elasticità e la luminosità perdute. Finalità del trattamento Con l’età, l’ossigeno diminuisce soprattutto nelle cellule del viso, causando una pelle grinzosa e pallida. L’uso di ossigeno puro attraverso un sistema di flusso dà alla pelle una nuova vita. Il trattamento è in grado di ripristinare la microcircolazione e riattivare il metabolismo cutaneo, compromessi da invecchiamento, stress, inquinamento e foto esposizione. E’ dimostrato che la produzione di collagene da parte dei fibroblasti migliora con un’adeguata quantità di ossigeno nei tessuti. I benefici del trattamento locale con ossigeno son due: rivitalizzazione degli strati cutanei, con aspetto della pelle più sano, tonico e luminoso e veicolazione di principi attivi nel derma profondo per mezzo dell’ossigeno iperbarico, con potenziamento dell’azione di sostanze antiaging scelte dal medico. Le sedute di ossigenoterapia sono indicate per ottenere una sensibile riduzione delle macchie cutanee e delle rughe espressive del volto, con un apprezzabile effetto lifting, per il miglioramento del trofismo cutaneo, nonché per migliorare la pelle con acne. Eventuali controindicazioni ed effetti collaterali La terapia non provoca effetti collaterali e non ha controindicazioni. La visita medica prima dell’ossigenoterapia Durante la visita il medico specialista esaminerà la pelle del viso e l’eventuale presenza di rughe, zone di iperpigmentazione o altre problematiche estetiche. Ascolterà per comprendere le aspettative e valutare se gli esiti dei trattamenti di ossigenoterapia potranno soddisfarle, consigliando eventualmente interventi alternativi o complementari. Fornirà tutte le informazioni relative al trattamento, come si svolgerà, la durata, gli effetti, creando un protocollo personalizzato. Preparazione alla seduta di ossigenoterapia Non si richiede alcuna preparazione particolare alla seduta di ossigenoterapia. ­­­ Il trattamento con ossigenoterapia Rilassati su un comodo lettino, vicino all’apparecchiatura, si effettua Il trattamento, che avrà la durata di 20-30 minuti e sarà assolutamente indolore. A beneficiarne in modo diretto per molti mesi sarà la pelle, che guadagna in maggiore giovinezza e lucentezza, favorendo un generale effetto anti-age sin dal primo trattamento. Si inizia con la pulizia del viso e il peeling per preparare la pelle ad assorbire l’ossigeno e rimuovere le cellule morte depositate sulla sua superficie. Secondo le varie esigenze, il medico potrà veicolare in profondità, tramite un apposito erogatore, principi attivi indicati per l’attenuazione delle problematiche estetiche della pelle di ogni paziente. Di solito si applica acido ialuronico, mentre viene nebulizzato ossigeno purissimo, per un effetto lifting. L’ossigenoterapia è efficace soprattutto per ridurre l’acne, prevenire le rughe, eliminare imperfezioni della pelle, ridurre le macchie, con effetto tonificante e rivitalizzante, anche sulla delicata zona del contorno occhi. Il trattamento potrà essere completato con un massaggio per consentire l’assorbimento di un siero filler, che rivitalizza le cellule responsabili della produzione di elastina e collagene, regalando un viso riposato, rassodato, fresco e luminoso. Eventuali segni sul viso e attività successive La seduta di ossigenoterapia non lascia segni visibili sul viso. Le normali attività possono essere riprese immediatamente. Risultati con i trattamenti di ossigenoterapia Il miglioramento sarà visibile fin dalla prima seduta. Il risultato sarà un viso rassodato, fresco e luminoso. Secondo il grado d’invecchiamento cutaneo e le altre eventuali problematiche estetiche, il medico creerà un protocollo personalizzato, associandolo alla radiofrequenza medica, che potrà includere o meno l’uso di farmaci insieme all’ossigeno purissimo, che daranno al trattamento un’efficacia paragonabile a un lifting chirurgico. Durata del trattamento E’ essenziale una valutazione medica per stabilire la durata ed il numero delle sedute, i tempi, i principi da veicolare, le eventuali associazioni con altri trattamenti, che renderanno i risultati finali strettamente personalizzati. Solitamente i vantaggi sono visibili e duraturi; dopo qualche seduta si noterà un miglioramento di turgore ed elasticità cutanea, oltre che una maggiore luminosità e tonicità. In seguito, si noterà una diminuzione delle rughe e, se presente, un miglioramento dell’acne e dei suoi esiti cicatriziali. Esistono vari protocolli, che dipendono dal grado di invecchiamento cutaneo. Di solito si consigliano 6-10 sedute di circa trenta minuti ogni settimana o due, con qualche richiamo mensile. Le modalità, i tempi, i prodotti specifici da veicolare e le associazioni con altri trattamenti, come la radiofrequenza medica, saranno valutati dal medico per ottenere un risultato visibile e duraturo. E’ opportuno ricordare che l’invecchiamento cutaneo è un processo naturale: questo significa che, per mantenere i risultati stabili nel tempo, oltre che effettuare sedute di mantenimento, sarà importante abbinare uno stile di vita sano ed un’alimentazione corretta. L’ossigenoterapia è un trattamento che non ha limiti d’età, consigliabile anche ai giovani sportivi e a chiunque voglia sentirsi in forma e bene con se stesso. In conclusione, con l’ossigenoterapia e la radiofrequenza medica, il medico specialista potrà creare un protocollo personalizzato per ottenere un risultato simile al lifting chirurgico, con il vantaggio di essere innocuo e naturale. BOTOX Il botulino è una tossina utilizzata in Italia, in medicina estetica da più di dieci anni e negli USA da quasi venti anni. Agisce a livello muscolare rilassando le zone muscolari che costantemente contratte causano profonde rughe espressive. Dopo questo trattamento, il viso acquisisce un aspetto rilassato e giovanile. Non è assolutamente pericoloso per la salute ai dosaggi comunemente utilizzati in medicina estetica. Il trattamento inizia a fare effetto dopo 3-4 giorni e raggiunge il suo massimo dopo circa un mese. Verso il terzo mese comincia ad attenuarsi fino a terminare completamente in un periodo che può andare da 4 a 6 mesi. Esiste una variabilità della durata dell’effetto che varia da persona a persona. E’ consigliabile ripetere la procedura ogni 4-5 mesi per mantenere un aspetto sempre giovanile. Vengono eseguite delle iniezioni con micro siringhe nel tessuto sottocutaneo/intramuscolare che normalmente non provocano dolore. Gli effetti indesiderati del trattamento di botulino sono rari, di lieve entità e di brevissima durata. Tutti gli effetti sono comunque transitorie e non pericolosi. Un utilizzo eccessivo di botulino può causare la formazione di anticorpi che ne neutralizzano l’effetto (< 1%). Il trattamento del botulino non si può effettuare se sono presenti infezioni o lesioni cutanee nelle zone in cui dovrà essere iniettato; è controindicato in persone sottoposte recentemente ad interventi chirurgici, in gravidanza e in allattamento. Dettagli utili: Ritorno al Sociale: immediato Anestesia assente Esposizione al sole: dopo 1 settimana Tipo di ricovero: nessuno Recupero attività sportiva: immediato L’ACIDO IALURONICO L’acido ialuronico (filler) è essenziale per la formazione della matrice di collagene e di fibre elastiche presenti nella nostra cute e per il mantenimento dell’idratazione cutanea. La riduzione della quantità presente nella pelle contribuisce, nel tempo, alla disidratazione e all’invecchiamento cutaneo. L’acido ialuronico usato in medicina estetica è un gel sterile, viscoelastico, incolore e trasparente composto da molecole incrociate o crosslinked. Trova impiego nella correzione di rughe,solchi e pieghe viso , inestetismi corpo postlipoaspirazione. Viene iniettato in piccolissime dosi nelle regioni interessate mediante una siringa dotata di un ago sottilissimo con sedute di 15-30 minuti. Generalmente non è necessaria l’anestesia locale, ma talvolta può essere utilizzata una pomata anestetica soprattutto per il trattamento di zone più fastidiose come le labbra. E’ un prodotto riassorbibile che può avere una durata che varia da 2 mesi a 1 anno. Ci sono anche alcuni acidi ialuronici di più lunga permanenza fino a 2 anni ma generalmente sono utilizzate per l’aumento dei glutei e del seno. Dettagli utili: Ritorno al Sociale: immediato Anestesia nessuna Esposizione al sole: dopo 36 ore Tipo di ricovero: nessuno Recupero attività sportiva: immediata