Oncologia

Terapie biologiche e personalizzate contro i tumori

Un approccio all'oncologia del tutto nuovo e diverso.

Per il professore Umberto Tirelli , oncologo di fama internazionale, il percorso che porta alla guarigione passa attraverso cure personalizzate e biologiche.
La chemioterapia è sempre meglio tollerata dai pazienti, ma la vera novità è rappresentata dai farmaci biologici intelligenti che, dopo un test sul tessuto tumorale, permettono di identificare trattamenti antitumorali che non fanno perdere i capelli.
Tra le novità in ambito di prevenzione, la diagnosi precoce attraverso il test del DNA per individuare eventuale suscettibilità genetica ai tumori, alle malattie degenerative e cardiovascolari con una particolare attenzione alla nutrigenomica. Per i fumatori accaniti è stato studiato un particolare tabacco che non brucia ma si riscalda senza emettere sostanze cancerogene.
La problematica della cancer-related fatigue, la cosiddetta stanchezza cronica, ampiamente sottovalutata nell'ambiente oncologico, in particolare nei pazienti guariti con linfomi e con tumore della mammella, è al centro di un approfondito studio del professore Umberto Tirelli e troverà ampia applicazione presso la Clinica Ruggiero.

Le principali aree di attività clinica del professor Tirelli includono:
  • Tumori del polmone;
  • Urologici (in particolare della prostata, della vescica, del rene);
  • Del capo e collo (in particolare del cavo orale, della laringe e dell'esofago);
  • Della mammella e dell'apparato gastrointestinale (compresi fegato e pancreas);
  • Ematologici (in particolare linfomi, leucemie e mielomi);
  • Dell'anziano (in particolare linfomi, tumori della mammella, tumori del polmone, tumori gastrointestinali, tumori urologici e tumori del capo e collo);
  • Associati ai virus (in particolare HIV, epatite B e C, human papilloma viruses, Epstein Barr virus, ecc.; quindi tumori del fegato, dell'utero, del capo e collo).

Professore Umberto Tirelli e Anika Ferraioli Direttrice della Clinica